Cosa fa lo psicoterapeuta
Per l'infanzia e l'adolescenza

L’infanzia e l’adolescenza sono fasi della vita molto complesse, caratterizzate da uno sviluppo fisico e psicologico rapido e sorprendente.

Se da un lato questi periodi corrispondono allo sbocciare di risorse e potenzialità, dall’altro l’individuo è più delicato e vulnerabile.

Nel caso emergano queste difficoltà è essenziale individuare le cause del disagio per facilitare il giovane paziente a superare la crisi con l’aiuto di chi lo circonda.

Cosa può fare lo psicoterapeuta
per il bambino?

Valutazione
psicologica

A seguito di un primo incontro con i genitori, lo specialista raccoglie tutte le informazioni necessarie sulla storia di vita del bambino e sulla situazione da affrontare. In seguito a un piccolo ciclo di colloqui finalizzati alla diagnosi, il terapeuta valuta con i genitori il percorso più adatto (psicoeducazione e/o psicoterapia).

Intervento
psicologico / psicoterapeutico

La risoluzione del problema viene affrontata in collaborazione con genitori e insegnanti. Il sostegno al giovane paziente si articola in più fasi: psicoeducazione e alfabetizzazione emotiva, utilizzo di tecniche cognitive e comportamentali e prevenzione delle ricadute. Contemporaneamente, la terapia prevede un intervento di parent training/teacher training, ovvero la trasmissione agli adulti di strumenti utili per interfacciarsi con il bambino nel modo più appropriato.

Valutazione
neuropsicologica

A seguito di un primo incontro con i genitori e dopo aver raccolto la storia di vita del giovane paziente, lo specialista propone degli incontri valutativi con l’obiettivo di tracciare un profilo accurato e puntuale dello sviluppo neurocognitivo del bambino. Successivamente si valuterà con i genitori il percorso terapeutico più adatto (potenziamento cognitivo, logopedia, tutor cognitivo per lo svolgimento dei compiti, psicomotricità).

Cosa può fare lo psicoterapeuta
per i genitori?

Infanzia e adolescenza sono due fasi della vita in cui costruire e mantenere un rapporto sano e funzionale con le figure parentali sono strumenti fondamentali per lo sviluppo di un individuo sano.

In presenza di disturbi psicologici o comportamentali, però, i processi relazionali possono deteriorarsi fino a diventare disfunzionali, con grande sofferenza dei genitori e a svantaggio del corretto sviluppo dei bambini coinvolti.

In caso di difficoltà, i genitori possono riconoscersi in una delle seguenti situazioni:

  1. genitori che hanno bisogno di informazioni o sostegno per fronteggiare una situazione nuova o critica;
  2. genitori che si accorgono che il figlio è in difficoltà, ma non sanno come aiutarlo;
  3. genitori il cui figlio ha già sviluppato un disturbo vero e proprio.

Ecco cosa può fare lo specialista:

Supporto alla Genitorialità e Training Comportamentale
Quando le modalità di interazione tra genitori e figli non danno i risultati sperati è il momento di esplorare nuovi sistemi di accudimento, relazione e comunicazione. Il consulto con lo specialista offre ai genitori l’opportunità di maturare nuove risorse per rapportarsi con il bambino in modo positivo e vantaggioso, promuovendo gli stili interattivi ed educativi più efficaci.

Training Comportamentali per genitori di figli con problematiche specifiche
Nel caso di bambini che presentino ADHD, disturbi dello sviluppo o del comportamento alimentare, la relazione genitori-figli può essere ancora più complessa. Per facilitare una relazione positiva e un approccio comunicativo funzionale, si deve tenere conto della particolarità della situazione, così da poter intervenire per rendere la vita familiare più serena e appagante dal punto di vista pratico e psicoemotivo.

Cosa può fare lo psicoterapeuta
per gli insegnanti?

Quando il giovane paziente è in età scolare, è spesso auspicabile il coinvolgimento delle figure docenti.
Nel caso di BES (bisogni educativi speciali) o PEI (piano educativo individualizzato), per esempio, la scuola verrà coinvolta sia per quanto riguarda la fase di studio (questionari, osservazione in classe) che il progetto di intervento.

IMPORTANTE: quando si riscontra una situazione critica in età evolutiva è fondamentale individuare una soluzione efficace, tempestiva e precisa. La possibilità di rilevare eventuali criticità è nelle mani degli adulti, un mancato riconoscimento del problema o l’assenza di trattamento può avere conseguenze negative a lungo termine.

QUALIFICHE

Albo Psicologi Marche
iscrizione n. 1946 del 21/10/2009

Albo Terapeuti EMDR
da luglio 2018

Albo CTU Tribunale Macerata
da giugno 2018

Consulente Psicoterapeuta
ADIPSO Regione Marche

Studio:

San Benedetto del Tronto
Via Puglia, 45 – 63074 AP

Porto Potenza Picena
Via Pesaro – 62018 MC

CF: FLGSFN81S54A512S
P.IVA: 01737940435

(C) 2019 Stefania Flagiello
Agency Aries Comunica
Privacy Policy Cookie Policy

Per informazioni:

Email:
info@stefaniaflagiello.it

Telefono:
+39 393 4172939

Skype:
stefania.flagiello2
(Si effettuano sedute su Skype)

Linkedin:
/stefaniaflagiello